Tulipani di Seta Nera Rai Cinema Rai Premium Tulipani di Seta Nera Tulipani di Seta Nera




Guarda i cortometraggi 2018

LA FORZA DELLA FRAGILITA’ - Tulipani di Seta Nera

    » Segnala ad un amico

    TITOLO

    LA FORZA DELLA FRAGILITA’

    DURATA

    19'

    REGIA

    Maurizio Rigatti

    ANNO DI PRODUZIONE

    2016

    OPERA PRIMA

    NO

    GENERE

    Documentario drammatico

    CAST ARTISTICO

    Nei ruoli di loro stessi:

    Martina Polidori (persona con Sclerosi Tuberosa),

    Daniela Cimino (madre),

    Massimo Polidori (padre),

    Francesca Polidori (sorella),

    Valentina Polidori (sorella).

    CAST TECNICO

    Soggetto e sceneggiatura: Josella Porto e Maurizio Rigatti

    Direttore della fotografia: Federico Annicchiarico - AIC

    Montaggio: Lucia Sblendorio - AMC

    Suono: Pierpaolo Bramonti

    Musiche originali: Simone Cilio

    Color grading: Ludovico Bettarello

    SINOSSI

    “La forza della fragilità” è un documentario che racconta la Sclerosi Tuberosa, malattia genetica rara di natura multisistemica, attraverso tre storie di vita. Per il festival “Tulipani di seta nera” si è scelto di presentare la storia di Martina, ragazza di Roma.

    Il ritratto di questa esistenza, con momenti di amore, coraggio e speranza nel futuro, sottolinea come, nonostante le difficoltà, la malattia spinga a trovare una “forza nella fragilità”, ovvero opportunità e soluzioni per poter realizzare un percorso di vita.

    “La forza della fragilità” è un reportage della nuda – talvolta anche cruda - realtà di quella minoranza sociale che è la comunità dei malati rari. Un progetto che intende raggiungere quelle persone che normalmente non si avvicinerebbero mai al mondo delle malattie rare, per sensibilizzare la loro opinione e iniziare a considerare il malato raro come un cittadino attivo, con diritti e doveri, che deve essere messo nelle condizioni di partecipare attivamente alla vita sociale, scolastica e lavorativa di questo Paese.

    Il documentario vuol essere un servizio pubblico, un canale d’espressione per abbattere il sentimento più diffuso tra i pazienti e le loro famiglie: l’invisibilità che genera una condizione di profonda e infinita solitudine.

     

    NOTE

     

    Rai.it

    Siti Rai online: 847